Le Sigle degli Accordi Musicali Blues Jazz e Rock – Nomenclatura

Potrebbero interessarti anche...

20 Risposte

  1. Paolo Mannelli ha detto:

    Ringrazio vivamente il gestore del sito per aver pubblicato la sintesi armonica dei miei “Arpeggi cromatici per saxofono” del 1974! Qui, dico qui, potrete analizzare, rispetto alla nomenclatura armonica italiana, la contraddittorietà e la complessità delle sigle armoniche inglesi, nelle quali si cifra “Cmin7” e contemporaneamente “Cmaj7”. Dico, se “Cmin7” significa giustamente “Do minore settima”, “Cmaj7” non può significare altro che “Do maggiore settima”! E qui è l’errore fondamentale, perché l’accordo di “Do maggiore settima ” non esiste in quanto non sarebbe altro che un accordo maggiore con l’aggiunta della settima minore e quindi un semplice “Do7”. Anche il vostro sito purtroppo ha pubblicato erroneamente l’accordo di “Do settima maggiore” come accordo di “Do maggiore settima” per semplice traduzione! Un conto è l’accordo di settima(dominante) e un conto è l’accordo di settima maggiore. Comunque ribadisco che le sigle armoniche non devono essere tratte dalle scale, ma dagli armonici della nota che da il nome all’accordo! Ho avuto molte discussioni con gli americani sul sito SOTW (sax on the web) ! Mi hanno cancellato! Ero un visitatore troppo scomodo !

    • ArmoniaMusicale ha detto:

      Ciao Paolo, piacere risentirti!

      • Paolo Mannelli ha detto:

        Il piacere è tutto mio, perchè tu sai che io sono molto appassionato a queste problematiche irrisolte e di cui nessuno vuole discutere: meglio accettare passivamente tutto ciò che ci viene proposto senza crearci problemi! Ma, di fronte alla realtà dei fatti, io non posso, con tutta la mia buona volontà, starmene zitto!
        Anche tu traduci in italiano l’accordo di “Cmaj7” come accordo di “Do maggiore settima”, anzichè (come in realtà dovrebbe essere) accordo di “Do settima maggiore”!!! Ciò sta a significare (e tu ne sei il lapalissiano esempio) che la nomenclatura americana o inglese, che dir si voglia, non è corretta perchè è
        contradditoria! Non si può onestamente cifrare “Cmin7” e contemporaneamente “Cmaj7”. Se “Cmin7” significa correttamente “Do minore settima”, “Cmai7” non può significare altro che “Do maggiore settima”, come hai scritto tu ! Peccato però che “Do maggiore settima” non esista, in quanto tale accordo non sarebbe altro che un accordo maggiore con l’aggiunta della settima minore, ossia niente altro che un accordo di “Do settiima”, ossia “C7”. Sarò noioso, lo capisco, ma il problema esiste, essendo la nomenclatura americana universalmente riconosciuta ed accettata !!!

        • ArmoniaMusicale ha detto:

          Ho capito cosa intendi e probabilmente hai ragione, Paolo. Ma mi sembra anche che nel gergo comune tra musicisti jazz quando si parla di Do Maggiore Settima si intende che tale accordo abbia la settima maggiore.

          • Paolo Mannelli ha detto:

            Scusami, se mi permetto! Ma, se probabilmente ho ragione, perchè nessuno si schiera dalla mia parte? Ripeto all’infinito: Se “Cmin7” significa “Do minore settima”, “Cmaj7” dovrebbe significare “Do maggiore settima”. Il problema è che “Do maggiore settima” non esiste nelle sigle armoniche! Esiste “Do7”, ossia un Do maggiore con l’aggiunta della settima minore.

  2. Paolo Mannelli ha detto:

    Grazie per il vostro interessamento verso queste problematiche. Ho lasciato un commento. Resto in attesa di una vostra risposta! Saluti ed apprezzamenti per il vostro appassionato e disinteressato lavoro!
    Paolo Mannelli

  3. gabriele bonfigli ha detto:

    se posso permettermi… capisco il problema di paolo m., anch’io all’inizio mi trovavo in difficoltà perché giustamente mi sembrava illogica quella notazione. tuttavia, purtroppo o per fortuna il linguaggio, ogni linguaggio, è basato su segni (vocali, grafici iconici ecc.) convenzionali e come tali acquistano capacità comunicativa nel momento in cui sono usati e compresi dal maggior numero possibile di di interlocutori. inevitabilmente è l’uso che fa la lingua spesso con buona pace della logica…

    • Paolo Mannelli ha detto:

      Il problema non è solo di Paolo, il problema è di tutti! Anch’io so tradurre in note le sigle americane degli accordi musicali! Ciò non esclude che il sistema americano di nomenclatura armonica contenga in realtà delle lampanti contraddizioni tipo (e l’ho ripetuto più volte) “Cmaj7” e “Cmin7” !!! Oppure per cifrare un semplice “Do9-“, essi devono
      scrivere C7(b9), perchè, se non aggiungessero il “7”, il loro “Cb9”, significherebbe “Do bemolle nona”. Credo fermamente che un tale sistema, universalmente accettato, sia paradossale !!!

      • Efrem ha detto:

        Paolo HAI RAGIONE AL 100% e per quello che può valere hai tutta la mia stima e comprensione!
        Personalmente quando innanzi ad un accordo XMaj7 sento parlare di “maggiore settima” (oppure di “7+”) mi vengono i brividi.
        Un CMaj7 è un Do Settima Maggiore, NON un Do Maggiore Settima, né tanto meno un Do Settima +. Pure la settima aumentata ci dobbiamo mettere?

        • Paolo Mannelli ha detto:

          Ciao Efrem, ho rivisitato il sito dopo tanto tempo. Ho riletto i vari commenti e mi sento in dovere di ringraziarti di cuore per aver condiviso le mie disquisizioni ! Grazie ancora,
          Paolo

  4. bruno morsia ha detto:

    Paolo, hai tutte le ragioni del mondo! Io per non saper ne leggere ne scrivere considero “Cmaj7”, cioè Do 7+, semplicemente come il sistema
    anglosassone che antepone a volte il soggetto al verbo. E’ un modo per adeguarsi, come giustamente fa notare Gabriele al sistema più
    diffuso di comprensione. Con gli americani “ghe gnent da fa”.
    Saluti a tutti e BUONA MUSICA!!!

  5. Paolo Mannelli ha detto:

    Con i ambericani “ghe gnent da fa”. Infatti l’webmaster di “Sax on the web”, non sapendo cosa rispondere alle mie provocanti domande, mi ha cancellato dal sito !!!

  6. Raffaele ha detto:

    Ringrazio vivamente gli autori delle sopra riportate note che ho trovato utilissime. In alcune partiture di canzoni brasiliane ho trovato alcune sigle di accordi nelle quali compare un triangolino con il vertice verso l’alto. Sarei grato per una delucidazione in merito. Cordiali saluti.

  7. Paolo Mannelli ha detto:

    Caro Raffaele! Il triangolino con il vertice verso l’alto per gli americani significa un accordo di settima maggiore. Avrebbero potuto metterci al suo posto anche una banana……(!!!), sarebbe stata la stessa cosa !!!

  8. Paolo Mannelli ha detto:

    Stavo osservando il confronto tra le sigle americane e quelle italiane. Chiedo: quali sono quelle più corrette ?

  9. Lucy ha detto:

    Sol maggiore settima.
    come si scrive (legge) in sigla?: appuntato.
    sulla chitarra

    • ArmoniaMusicale ha detto:

      Non sono un chitarrista ma sol maggiore settima si scrive in inglese Gmaj7 oppure GM7 mentre in italiano SolM7 oppure SolMa7 altri, erroneamente siglano Sol+7.

    • Paolo Mannelli ha detto:

      Sol maggiore settima non esiste. Esiste Sol settima (dominante) o Sol settima maggiore.

  10. Silvia ha detto:

    Mi ritrovo un metodo che riporta accordo di 9à MINORE
    diagramma: 1° dito 4à corda RE, 2° dito 2° corda SI, 3° dito 4à corda LA, 4° 3° corda SOL
    è giusto?
    —-
    Stessa cosa con un diagramma che dice:
    ACC. MIN. 7à 5à DIM (7/5-)
    1° dito 5à corda LA – 2° dito 3à corda SOL – 3° dito 4à corda RE – 4° dito 2° LA
    Mi aiutate a sbrogliare questo dilemma? che chissà quanti hanno memorizzato e non approfondito essendo un metodo degli anni ’70
    grazie

    • ArmoniaMusicale ha detto:

      Sol-Si-Re-La è un accordo di 9a Maggiore (senza la la settima Fa, che sarebbe stata minore).
      Sul secondo esempio non comprendo quali note hai scritto. Comunque l’accordo minore settima con la quinta diminuita (accordo di settima di terza specie) è Si-re-fa-la ad esempio oppure re-fa-lab-do

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

css.php